domenica 15 aprile 2012

Leaving New York never easy...



il cuore rimane la e una volta tornati a casa.... la tua casa non la senti più la tua casa...

 Leaving New York never easy

I saw the life fading out...



sabato 14 aprile 2012

segretamente e lentamente....

È passato un mese esatto dal mio ritorno e ancora, quasi con timore, mi affaccio alle fotografie e all'agenda dove ho annotato pensieri e sensazioni, piccole scoperte. Vado a rilento... molto a rilento... ho quasi paura di esaurire l'emozione e il ricordo per quel fantastico viaggio con me stessa e null'altro!!! è stata una grande esperienza, di viaggi da sola non ne avevo mai fatti, e trovarmi la, in strada in mezzo a una marea di gente sconosciuta a rapportarmi solo con le mie forze è stato un qualcosa di liberatorio e di carica pazzesca! Tutti i miei preconcetti su me stessa, le paure, il pensiero di non farcela... bleahhhh tutte seghe mentali!!! Quando ci si trova completamente soli il modo di andare avanti lo si trova!!! Ho persino parlato e compreso un inglese che non so :)


venerdì 16 marzo 2012

nostalgia canaglia...


La mia è stata una vera e propria avventura... ho deciso di partire completamente da sola, cosa mai fatta prima, e senza nemmeno parlare e capire bene l'inglese se non tre parole!
Tutto è stato un susseguirsi di emozioni, timori, paure e ad ogni STEP raggiunto e superato ho sentito crescere una grande forza dentro di me e un grande orgoglio per aver affrontato le mie barriere!
L'arrivo a NY è stato un impatto forte... il resto è venuto nei giorni successivi... ho camminato fino all'inverosimile, la media di 12-14 ore al giorno... non ho preso la metro per chissà quale timore e anche con l'idea che viaggiando "sotto terra" mi sarei persa il bello del posto... me la sono girata in lungo e in largo per quel che le mie gambe mi hanno concesso!
Con me passo dopo passo Paperdoll a farmi compagnia e a darmi quel pizzico di coraggio e motivo per attaccare bottone con le persone che incontravo... nemmeno il mio inglese sgangherato è stato un limite e tutto è avvenuto semplicemente e in modo complice e incuriosito delle persone a cui chiedevo di essere fotografate.
L'incontro più emozionante è stato con un HomeLess... già da tempo mi interesso di  fotografia sociale e questo per me è stato un gran bell'incontro! Poi anche i bambini perchè amo da impazzire il loro stupore e la meraviglia che si accende nei loro sguardi di fronte alle cose insolite e nuove! In alcuni casi la difficoltà è stata farsi restituire la Monia Paperdoll, perchè una volta presa tra le mani non se ne volevano più liberare :)
La settimana è passata troppo in fretta e la nostalgia si è impadronita di me che ancora ero in aeroporto al JFK in attesa dell'imbarco per il ritorno... e una volta che l'aereo si è alzato in volo.... ho avvertito uno strano magone e commozione! Già mi mancava!
Ma la mia avventura non è finita....


sabato 10 marzo 2012

intanto il tempo se ne va...

Sono passati già quattro giorni...
eppure mi sembra ieri che sono arrivata!
Una settimana scivola via in fretta
e proprio quando si incomincia a rilassarsi e ad aprire il cuore
ecco che il gioco volge al termine.
Ho camminato tanto...
ho ripercorso più volte lo stesso sentiero
per accertarmi di non aver tralasciato nulla,
eppure c'è ancora tanto da vedere...
e questo è un motivo per ritornare :)

che vento lassù...

***

In una delle mie camminate,
fermandomi a fotografare la Grace Curch School sulla Broadway,
 ho conosciuto questo simpaticissimo HomeLess
che seduto li di fronte faceva da Cicerone.
Ci siamo raccontati un sacco di cose...
io ne ho capita mezza e forse la sue facce strane
erano per quello che dicevo io... chissà cosa gli ho detto!!!

***


passeggiando di qua e di la...

***


venerdì 9 marzo International Center of Photography
incontro con Harvey Stein


***

Le Pain Quotidien...
le colazioni e le merende più buone :)

***

mercoledì 7 marzo 2012

tHe dAy afTer!

Le quasi dieci ore di camminata di ieri
oggi si son fatte sentire...
Oggi nessun tour de force!
Sono qua per divertirmi
e non per allenarmi per la maratona!
Una passeggiata a Central Park
e al MoMa con Cristina per la mostra di Cindy Sherman



e infine al Bryant Park con Paperdoll 






martedì 6 marzo 2012

LoVe yourself...

Nessuna delle parole che mi rimbalzano nella testa 
sarebbero in grado di descrivere la bellezza
di tutto quello che ho visto e provato oggi...
Ad ogni passo un segnale
e ad ogni passo il battito del cuore sempre più forte!


Oggi un'aria gelida e tagliente mi ha dato il buongiorno
appena ho messo i piedi fuori dall'Hotel,
non mi ha impedito però di fare una camminata di circa dieci ore...


Non avevo programmato di fare un giro così lungo,
ma passo dopo passo la voglia di vedere e saziarmi di questa città
aumentava a dismisura senza che io potessi oppormi!
E poi inventarmi anche il modo di farmi qualche foto a NY :)




lunedì 5 marzo 2012

Ho lasciato una piovosa Milano
per essere accolta da una New York
gelida ma baciata dal sole...


TiMe SQUARE
bYe LoVe







domenica 4 marzo 2012

disfa s ridiSfa!

Come previsto, la notte è stata agitata!
Mi sono alzata ancor prima che suonasse la sveglia,
tanto rigirarsi da una parte all'altra
non mi avrebbe dato un maggior riposo... anzi!
Colazione al bar con mamma e poi a casa
a controllare le ultime cose.
Inutile dire che ho disfatto la valigia preparata la sera prima,
tolto qualche indumento di troppo e riposizionato
al meglio quello che è sopravvissuto allo scarto.
Risultato: valigia sempre troppo pesante e piena! :(

Un pranzo veloce, le ultime cose nello zaino e via...

prima tappa CeSeNa...

si parte!


http://collectiblepaperdolls.com/

sabato 3 marzo 2012

agitaZione!!!

sono pronta... quasi!!!
prevedo una notte insonne
pensieri confusi
e un andirivieni tra la borsa e il letto...


see you soon!